Combinazioni Alimentari

Le Combinazioni Alimentari Semplificate

Come fare delle corrette combinazioni alimentari senza complicarci inutilmente la vita? Ecco una versione super semplificata delle regole per assicurarci una buona digestione e assimilazione dei cibi. di Frederic Patenaude* Quando aggiungo del sedano ad un frullato di frutta, o delle arance ad un’insalata, le persone mi dicono “Aspetta… questo non va contro le combinazioni alimentari?” Perciò, parliamo delle combinazioni alimentari. La maggior parte delle teorie sulla combinazione dei cibi è attribuibile al dr. Herbert Shelton. Nel suo libro “La facile combinazione degli alimenti”, egli descrive le sue regole per la combinazione degli alimenti basandosi sull’esperienza alla sua clinica di digiuno con persone molto malate. Molte delle sue regole sono state male interpretate. Per il resto, raramente egli ha dato spiegazioni, al di là della sua personale esperienza. Non ci sono davvero delle “regole” per combinare i cibi. Devi semplicemente prestare attenzione alla tua digestione. Ecco comunque alcuni principi che tendono a migliorare la digestione della maggior parte delle persone:   1) Non associare zuccheri e grassi (in grandi quantità) La principale associazione da evitare è quella di grassi e zuccheri. Si intende qualsiasi tipo di zuccheri, ad esempio frutta, datteri, zucchero bianco, o altre cose dolci. I grassi includono oli, avocado, noci, e qualsiasi altro tipo di alimenti grassi. Questo perché i grassi impiegano più tempo per essere digeriti, mentre gli zuccheri tendono a essere digeriti piuttosto velocemente. Quando i due vengono mescolati assieme in quantità sufficienti, gli zuccheri fermentano. Dando il benvenuto a gas e gonfiori! Tra le combinazioni da evitare: datteri e noci, noci e frutta essiccata, grassi aggiunti nei frullati a base di frutta (oli, frutta a guscio, ecc.), e ovviamente frutta o dolci alla fine di pasti che contengono grassi. Tuttavia, la cosa più importante da ricordare è che la QUANTITA’ è fondamentale. Se mangi qualche mandorla con un po’ di uvetta, non avrai problemi. Se invece ne mangi un’intera confezione, vai in cerca di guai. Lo stesso per quanto riguarda la frutta nelle insalate: va bene aggiungere qualche frutto acido, come bacche o agrumi, anche se l’insalata contiene avocado. Ma non versarci sopra mezza bottiglia di olio d’oliva!   2) Evita di associare zuccheri e amidi Si tratta di combinare amidi cotti e zuccheri, perciò questo caso chiaramente non si applica a un pasto crudista. Tra gli amidi troviamo il pane, le patate, la pasta, ecc. Questo tipo di combinazioni può creare molto...

leggi tutto

Come combinare i cibi nella dieta crudista?

Qualche giorno fa stavo gustando una deliziosa insalata, preparata con i seguenti ingredienti: lattuga romana croccante mais crudo, dolce e maturo pomodori maturi mango a pezzetti una piccola quantità di avocado erbette fresche appena raccolte succo di limone Non riesco a esprimere quanto deliziosa fosse questa insalata…era davvero strepitosa! In parte, questo era dovuto al fatto che era preparata con ingredienti freschi e maturi. Ma anche al modo in cui gli ingredienti erano combinati tra loro: la dolcezza del mango e del mais, il sapore dei pomodori, delle verdure e delle erbette, e la cremosità dell’avocado. Ho parlato a un’ amica crudista di questa insalata, e la sua reazione è stata: “Sì, ma come la metti con le combinazioni alimentari? Dici sempre che grassi e zuccheri non dovrebbero essere mescolati assieme”. Infatti… come la mettiamo con le combinazioni alimentari? La dieta crudista è una dieta piuttosto restrittiva, per cominciare. Niente pane, niente carne, né uova o formaggi. E, come se non bastasse, ci sono anche queste regole, secondo cui certi cibi non andrebbero combinati assieme e la cosa migliore sarebbe mangiare un solo tipo di cibo per volta. Per un lungo periodo di tempo, mi sono attenuto a tutte queste regole. Ma ho anche compreso, nel tempo, che non tutte sono davvero utili. Ad esempio, il libro originale La facile combinazione degli alimenti del dr. Shelton fornisce molte regole, senza però argomentarle. Molte persone, inoltre, lo hanno male interpretato. Poiché Shelton ha affermato “mangia i meloni e le angurie da soli”, alcuni pensano di non dover mai mangiare tali frutti assieme ad altri (ad esempio le pesche), quando in realtà lo stesso Shelton affermò chiaramente che si poteva fare. Essenzialmente, la sua regola era volta a evitare le comuni combinazioni abominevoli diffuse allora, come mangiare una bella fetta di anguria dopo un abbondante pasto a base di pasta e carne. Nel mio libro Raw Secrets ho semplificato le combinazioni alimentari nella dieta crudista, riducendole a tre regole di base: Non combinare i grassi con gli zuccheri Non combinare gli acidi con gli amidi Non combinare diversi tipi di cibi grassi tra loro nello stesso pasto Se possibile, ho intenzione di semplificare queste regole ancor di più, smontando completamente la teoria delle combinazioni alimentari!   Come ho riconsiderato le regole Per molti anni ho seguito tutte queste regole ciecamente, senza mai metterle in discussione. Nel corso del tempo, però, ho...

leggi tutto