Foglie Verdi

Frullati o Succhi: Cosa è Meglio?

Ci viene chiesto spesso se, per la nostra salute, siano meglio frullati o succhi verdi. Entrambi danno grandi benefici e svolgono diverse funzioni. Tutti sappiamo che abbiamo bisogno di includere in abbondanza nella nostra dieta quotidiana verdure a foglia verde, ricche di nutrienti benefici. Più sono, meglio è! Due ottimi modi per farlo è attraverso gli estratti e i frullati verdi. E’ già stato scritto molto sui frullati e sugli estratti. Questo articolo esamina i pro e i contro di ciascun metodo. Parleremo del perché si frulla e di cosa mettere in un frullato, e del perché si usa l’estrattore (e di cosa mettere in un estratto).   Le virtù di frullati e succhi verdi L’importanza del verde Le verdure verdi a foglia e le crucifere sono tra i cibi più salutari e curativi che tu possa mangiare. Sono ricchissimi di nutrienti, specialmente di vitamine C, K, B6 e di folati, ferro, zinco, luteina, betacarotene, clorofilla, fibre, fitonutrienti, antiossidanti e proteine. Le verdure a foglia contengono una grossa percentuale di calorie da proteine – il 50% delle calorie nei broccoli proviene da proteine. Contengono anche una piccola quantità di omega-3, un tipo di acido grasso essenziale. Hanno proprietà anti-tumorali, sono alcalinizzanti e hanno una alta densità di nutrienti. I più importanti tipi di verdure a foglia verde da includere nella tua dieta sono: cavoli, broccoli, radicchio, sedano, rucola, spinaci, foglie di rapa, biete, prezzemolo, ed altre erbe fresche spontanee come portulaca, tarassaco, farinello, ecc. Quando nutri il tuo corpo con cibi ad alta densità di nutrienti cominci a disintossicarti e a ringiovanire, dal momento che il corpo riceve ciò di cui ha bisogno per guarire e stare bene. Si stima che abbiamo bisogno di mangiare circa 250-500 g di queste verdure ogni giorno per assicurarci una nutrizione ottimale. E’ difficile assumerne simili quantità senza l’aiuto di un estrattore o di un frullatore. Molte di queste verdure non sono così buone da mangiare in insalata. Alcune di esse sono fibrose e dure da masticare, e/o hanno un sapore amaro. Inoltre, se non vengono masticate veramente bene, le verdure crude sono difficilmente assimilabili e quindi i loro numerosi nutrienti benefici non sono disponibili. Frullare o preparare un estratto ti permette di includere una varietà più ampia di verdure nella tua dieta. Entrambi i metodi sono ottimi per chi non ama molto mangiare verdure crude. Idratazione I frullati e gli estratti verdi...

leggi tutto

Succhi Depurativi: 4 Ragioni per Preferire il Verde!

Viviamo in un mondo molto inquinato, e spesso non ci nutriamo nemmeno troppo bene. Consumiamo cibi processati e denaturati, facciamo colazioni e pranzi al volo al bar, indulgiamo troppo spesso in quello che si può definire “cibo-spazzatura”. In aggiunta a tutto ciò, gran parte di ciò che molte persone mangiano – perfino il succo di frutta! – è cotto, depauperato perciò della sua vitalità e della capacità di sostenere il corpo. Un grande aiuto, oltre alla dieta, può venirci da un semplice e prezioso alleato: i succhi depurativi verdi. Vediamo cosa sono, quali sono le loro proprietà e come possiamo utilizzarli per disintossicarci e stare meglio.   Cosa possiamo fare per riparare il danno? Su alcune cose, ad esempio la qualità dell’aria dell’ambiente in cui viviamo, abbiamo poca possibilità di esercitare il nostro controllo. Cosa possiamo fare, allora, per disintossicarci un po’? Possiamo controllare ciò che introduciamo nel nostro corpo! Possiamo scegliere prodotti biologici ogni volta che ci è possibile, e cercare di mangiare buona parte del nostro cibo crudo, al naturale (stiamo parlando di cibo vegetale… non di sushi!). Oltre alla nostra dieta di ogni giorno, possiamo anche mettere in pratica una regolare disintossicazione attraverso i succhi depurativi verdi. Per succhi verdi si intendono degli estratti, principalmente di verdure, ottenuti con un apposito estrattore, preferibilmente a bassa velocità. Ad esempio una volta al mese, o una volta la settimana, alternando anche diversi metodi di disintossicazione. Scegli un giorno e consuma esclusivamente acqua e succhi verdi.   Benefici di un Detox coi succhi depurativi verdi: Prima di tutto, i succhi (estratti) vengono assimilati facilmente, e se il nostro corpo non è impegnato nella digestione, è libero di dirigere l’energia verso altri compiti, come l’eliminazione delle tossine e la riparazione dei tessuti. Le verdure a foglia verde sono ricchissime di vitamine e minerali e forniscono una buona dose di nutrienti fondamentali. Le verdure a foglia verde sono ricche di clorofilla, che tra le sue numerose proprietà, è una sostanza molto purificante. I succhi (estratti) verdi mantengono comunque una certa quantità di fibre che favoriscono l’eliminazione delle sostanze di scarto dal tratto intestinale.   Come fare un Detox coi succhi (estratti) verdi Per preparare degli estratti verdi, puoi usare una combinazione di verdure a foglia verde a scelta, evitando magari quelle dal gusto più pungente o amaro. Puoi provare: sedano, lattuga romana, spinaci, ecc. aggiungendo qualche cetriolo e/o ortaggio dolce come...

leggi tutto

Frullati Verdi: Un Pasto Super-Equilibrato

oggi presentiamo un articolo di Victoria Boutenko, l’autrice di La rivoluzione degli smoothies e Green for Life (in inglese). E’ incredibile quanto Victoria abbia fatto, negli anni, per divulgare i benefici dei frullati verdi in tutto il mondo. Questo è l’articolo originale da cui “tutto ebbe inizio”…   Come dice il proverbio russo: il nuovo è qualcosa di vecchio che è stato dimenticato da tempo. Quest’estate ho ri-scoperto i frullati verdi.   Che cosa intendo per frullati verdi? Ecco una della delle mie ricette preferite: 4 pere mature, 1 mazzo di prezzemolo e 1 grande tazza d’acqua. Il tutto ben frullato. Questo frullato ha un colore verde brillante, tuttavia il suo sapore è quello della frutta. Mi piacciono così tanto i frullati verdi, che ho comprato un frullatore extra da tenere in ufficio, in modo da poterli preparare in ogni momento della giornata. Più della metà del cibo che ho mangiato negli ultimi mesi è consistito in frullati verdi. Ho così tanta energia e lucidità ora, che ho addirittura tolto i succhi verdi dalla mia dieta. (Ho assunto succhi regolarmente per anni).   I frullati verdi hanno numerosi benefici per la salute umana. Anzitutto, sono molto nutrienti. Credo che la proporzione ottimale per il consumo umano sia: circa il 60% di frutta biologica matura, con il 40% circa di verdure a foglia verde. I frullati verdi sono facilmente digeribili. Se ben frullati, tutti i preziosi nutrienti della frutta e della verdura si omogeneizzano, o vengono ridotti in particelle così piccole da risultare facilmente assimilabili dal corpo, cominciando ad essere assorbiti letteralmente nella bocca. I frullati verdi sono, al contrario dei succhi, un cibo completo, poiché contengono ancora le fibre. I frullati verdi sono tra i cibi più appetitosi per gli esseri umani di tutte le età. Con una proporzione di frutta e verdura come 60:40, il sapore della frutta prevale, ma al tempo stesso le verdure verdi ne bilanciano la dolcezza aggiungendo un gusto piacevole. Essi sono semplicemente il più buon cibo per la maggior parte degli adulti e dei bambini. Preparo sempre un po’ di frullato in più per poterlo offrire ai miei amici e ai miei clienti. Alcuni di essi seguono una dieta americana standard. Tutti finiscono la loro tazza di frullato con dei complimenti, sorprendendosi che qualcosa di così verde possa risultare tanto buono e dolce. Assumendo due o tre tazze di frullati verdi ogni giorno, puoi...

leggi tutto

100% Crudista o Verdure al Vapore?

Ho ricevuto molte domande, alle quali rispondo qui sotto. Puoi commentarle, se vuoi, sotto l’articolo. Candida Recentemente mi hanno diagnosticato la candida albicans e mi è stato detto di eliminare la frutta per almeno 3 settimane. In seguito, potrò aggiungere frutta poco dolce, ma gradualmente. Qual è la tua esperienza con la candida albicans? Dato che il mio approvvigionamento di calorie proviene principalmente dalla frutta, che cosa mi  consigli di fare? Ho già perso 7 kili  da quando ho iniziato la dieta crudista, e ora ne peso solo 46. Grazie in anticipo per la risposta. Apprezzo davvero i tuoi insegnamenti e i tuoi libri di ricette. Risposta: Ricevo spesso questo tipo di domanda, per cui ho deciso di rispondere con una serie di articoli dedicati al dibattito sulla frutta.   I minerali cotti sono inorganici? Ciao Fred, grazie per i tuoi articoli in cui includi le tue personali esperienze. Li ho trovati molto utili. Ci sono molte controversie o informazioni contraddittorie messe in circolazione da diverse fonti. Sarebbe utile se ci aiutassi a capire alcuni problemi. Ad esempio: I minerali presenti nei cibi, una volta cotti si trasformano in minerali inorganici? L’acido ossalico negli spinaci crudi è dannoso oppure è dannoso solo quando vengono cotti? Tu dici che i germogli contengono tossine e che dovrebbero essere evitati. In altre domande ho scoperto che Gabriel Cousens dichiara che la tossina canavanina, presente nei germogli di alfa alfa, è leggera, cioè dovremmo mangiarne un sacco per subirne gli effetti tossici, e che, essendo solubile in acqua, dopo 7 giorni di ammollo svanisce quasi del tutto. La filosofia di T.C. Fry è che qualsiasi cosa la natura ha previsto come cibo per noi, non dovrebbe contenere alcuna tossina, e così squalifica i germogli. Bèh, tanti vegetali hanno piccole quantità di tossine, quindi non dovremmo mangiare quasi nessun tipo di verdura! Mi sembra una dichiarazione estrema. Una filosofia può essere una buona linea guida, ma può anche trasformarsi in un dogma (così come “se è crudo, fa bene!” ). Ecco alcune idee su cui discutere. Grazie, apprezzo davvero il tuo approccio. Risposta: La cottura non rende i minerali inutili al corpo. Se fosse vero, nessuno che si cibi solo di cibi cotti potrebbe sopravvivere. Quindi, la risposta è NO. La domanda sugli spinaci e l’acido ossalico è interessante. Il problema con l’acido ossalico è che può combinarsi col calcio e formare l’ossalato di calcio....

leggi tutto