Parassiti

Come evitare i parassiti e altri problemi

Spesso tendiamo a pensare che cibi come frutta e verdura fresca siano sani e perfetti di per sé… il cibo che mangiamo, però, spesso non è così “perfetto”, specie se non proviene dal nostro orto o frutteto! Per evitare contaminazioni batteriche, parassiti e ingestione di pesticidi, perciò, dovremmo fare attenzione all’igiene in cucina. Questo è particolarmente importante per chi comincia a mangiare crudo. Dato che siamo abituati a vivere per lo più in un mondo igienizzato, mangiando cibi cotti, il nostro corpo potrebbe incontrare qualche problema nel passaggio al cibo crudo, che se non è ben lavato può esporci a parassiti, batteri e altri microorganismi. Dopo un certo periodo di tempo (ad es. un anno) di alimentazione crudista, il corpo è già più forte e riesce a fronteggiare meglio i piccoli parassiti e microorganismi che possono essere presenti sulla superficie dei cibi crudi. Tuttavia, i parassiti non sono un problema sconosciuto nemmeno tra i vegetariani e i crudisti di vecchia data. Ecco quindi alcune linee-guida:   1) Lava bene il cibo che mangi, anche se biologico. Poiché spesso su  frutta e verdura rimangono dei residui di terra, è bene lavarle accuratamente. Non possiamo sapere esattamente quali metodi vengano utilizzati nemmeno dai coltivatori biologici. I residui di terra possono contenere batteri, parassiti e altri microorganismi, oltre a muffe che possono essersi sviluppate durante il trasporto e la conservazione dei prodotti. Per lavarli via, sciacqua bene frutta e verdura sotto l’acqua corrente e strofinane la superficie con una spazzola.   2) Se non è biologico, sbuccialo e/o lavalo con un prodotto o apparecchio apposito. Se la frutta e la verdura non sono biologiche, lavarle con sola acqua può non essere sufficiente. Diventa allora importante trovare un metodo efficace per rimuovere batteri e pesticidi dal cibo che mangi. A questo scopo, puoi utilizzare vari prodotti (naturali) come bicarbonato, sale, aceto, limone, una loro combinazione, oppure un apparecchio casalingo a ozono per sterilizzare frutta e verdura.   3) Lavalo, anche se lo sbucci. I frutti come mango, avocado, melone e anguria dovrebbero essere lavati anche se poi vengono sbucciati. Sulla loro superficie potrebbero essere presenti microorganismi e parassiti, che passano facilmente sulla polpa del frutto quando lo tagli con un coltello. E’ consigliabile perciò lavarli sempre, spazzolandoli delicatamente sotto l’acqua corrente, anche per rimuovere eventuali residui di pesticidi presenti.   4) Lava sempre l’insalata, anche quella confezionata Un comodo modo per farlo è...

leggi tutto