Supercibi

Spirulina: Le Proprietà dell’Alimento del Futuro

Tra i tanti super-cibi di cui sentiamo parlare, la spirulina e le alghe verdi azzurre sono un’interessante e antica fonte nutrizionale che può valere la pena di riscoprire.   La Spirulina come Supercibo Quale sarà l’alimentazione del futuro è difficile a dirsi, ma sempre più sentiamo parlare di super-cibi e “strani” integratori che si contendono l’appellativo di “alimenti del futuro” per le loro proprietà. Non sempre, a nostro parere, essi meritano la grande attenzione che viene data loro. Abbiamo sottolineato più volte come molti tra i cosiddetti super-cibi che vanno così di moda abbiano proprietà che possiamo benissimo trovare anche in cibi vegetali più nostrani, molto più accessibili e a buon mercato. Tuttavia, pur nell’ambito di una sana alimentazione a base vegetale, ricca di alimenti freschi e vivi, oggigiorno siamo sottoposti a livelli di stress importanti e ci troviamo a vivere in un ambiente spesso inquinato a più livelli, con cibo che dal punto di vista nutrizionale può non essere ottimale e provenire da terreni impoveriti. Ognuno di noi, inoltre, può trovarsi a vivere particolari periodi di stress psico-fisico e sentire la necessità di un maggior sostegno dal punto di vista nutrizionale. Il problema delle nostre società occidentali è, molto spesso, quello del “troppo”: troppo cibo, troppi grassi, troppi conservanti e adulterazione dei cibi, ecc.; ma al tempo stesso è anche un problema di “troppo poco”, ovvero di scarsa qualità e disponibilità di nutrienti nel cibo che mangiamo. Può essere quindi utile, talvolta, avere a disposizione un nutrimento extra, altamente disponibile, che vada a integrare senza sostituire risorse più semplici e disponibili (frutta e verdura fresca biologica di stagione, semi oleosi, verdura a foglia verde assimilabile in forma di frullati e succhi verdi, ecc.). A nostro parere, la spirulina e le cosiddette alghe verdi azzurre possono essere un super-cibo valido in questo senso. In realtà, anche se vengono chiamate alghe, si tratta con più precisione di cianobatteri, micro-organismi antichissimi risalenti a più di 3 miliardi di anni fa, probabilmente tra i primi esseri che sulla Terra sono stati in grado di nutrirsi attraverso il processo di fotosintesi. Qualcuno forse può avere difficoltà a considerarle un alimento, ritenendo che non abbiano un gran valore nutritivo… tuttavia esse sono una delle più ricche fonti nutrizionali esistenti. Un loro aspetto interessante è anche quello culinario. La spirulina può per esempio diventare un ingrediente interessante entrando a far parte della nostra cucina. Il...

leggi tutto

Super-Bevanda alla Curcuma Fresca

di Kevin Gianni* La curcuma, col suo color giallo-arancio brillante, viene anche chiamata “nutraceutico d’oro”. E pare sia diventata di moda come super-bavanda mattutina tra le supermodelle di Manhattan e le celebrità hollywoodiane. I beveroni alla curcuma fresca possono essere anche una novità per gli americani, ma le pietanze indiane a base di curry esistono da migliaia di anni. La curcuma viene anche comunemente usata nella medicina ayurvedica e cinese. Ha un profilo chimico notevole, che le assicura una buona popolarità sia nei paesi orientali che in quelli occidentali. Diamo perciò un’occhiata alla ricerca scientifica per scoprire se la bevanda alla curcuma fresca può essere benefica per la tua salute.   Cosa rende la curcuma così salutare? La componente medicinale della curcuma (Curcuma longa) è la curcumina, che le dona il suo colore giallo intenso. Le molecole attive nella curcumina sono i curcuminoidi. Queste sostanze sono dei potenti anti-infiammatori e antiossidanti vegetali, con un impressionante curriculum scientifico. La curcumina aiuta ad abbassare la proteina C-reattiva che provoca le malattie cardiache. Studi scientifici mostrano che la curcumina aumenta l’attività degli enzimi antiossidanti nel corpo e alza i livelli di glutatione. Incrementa le cellule staminali. Riduce il rischio di malattie cardiovascolari favorendo l’innalzamento del colesterolo (“buono”) HDL e l’abbassamento del colesterolo (“cattivo”) LDL. Aumenta l’ossido nitrico nel sangue, migliora la circolazione sanguigna, e riduce la resistenza insulinica.   7 benefici della curcumina per la salute: Arresta il cancro alla prostata, al pancreas e al colon Promuove la rigenerazione e rallenta la degenerazione dei nervi Stimola la guarigione delle ferite aumentando l’attività delle cellule staminali E’ rinomata per le sue proprietà anti-aging Abbassa il colesterolo alto Migliora il diabete Riduce la tossicità del fegato. Dato che è liposolubile, la curcumina viene assorbita meglio nel flusso sanguigno quando viene mescolata a un olio o a un grasso, o consumata all’interno di un pasto che contiene olio. I piatti della cucina tradizionale indiana e diversi piatti del sud della Cina e della Malesia prevedono l’utilizzo della curcuma nelle pietanze a base di curry. Dato che le super-bevande alla curcuma sono a base d’acqua, il suo assorbimento attraverso la digestione è debole. Tuttavia, se non viene assorbita, la curcuma è salutare per il tratto intestinale. Questo probabilmente è il maggior beneficio delle super-bevande alla curcuma. La curcuma lavora in sinergia con la radice di zenzero. Infatti, esse appartengono alla stessa famiglia, quella delle Zingiberaceae. Aggiungendo...

leggi tutto

L’Acqua di Cocco Confezionata fa Bene?

In molti negozi, tra gli articoli bio e i super-cibi, ha fatto la sua comparsa l’”acqua di cocco”, una bibita reclamizzata come energizzante e salutare. E’ proprio così? Vediamo di scoprire meglio se l’acqua di cocco fa bene.  di Kevin Gianni*   Ho sempre amato le noci di cocco verdi fresche. Bevo cocco fresco quotidianamente, quando mi trovo ai tropici. L’acqua di cocco è infatti il modo perfetto – offerto dalla Natura – per rinfrescarsi quando fa molto caldo, e durante l’attività fisica. Contiene poche calorie ma zuccheri a sufficienza per darti un po’ di carica. E’ anche molto ricca di elettroliti (sodio, potassio), nelle giuste quantità. Una credenza popolare sostiene che l’acqua di cocco sia stata usata per fare trasfusioni. In alcuni paesi, effettivamente, l’acqua di cocco è stata usata per sostituire i fluidi di reidratazione intravenosa (ma mai per le trasfusioni sanguigne!). La letteratura medica documenta alcuni casi in cui l’acqua di cocco è stata usata a questo scopo, ma solitamente si tratta di luoghi remoti con pochissima tecnologia medica.   I benefici dell’acqua di cocco Anzitutto, è ricchissima di potassio. E contiene una quantità di sodio giusto sufficiente a mantenere l’equilibrio elettrolitico. Perciò è la bibita perfetta per rinfrescarsi nei paesi caldi, e durante l’attività fisica più leggera. Per l’esercizio fisico molto intenso, invece, come correre a lungo sotto il sole, c’è bisogno di più sodio. In questo caso potrebbe essere meglio una bibita sportiva come la Gatorade, al fine di reidratare e prevenire colpi di calore. Tuttavia, nella maggior parte dei casi l’acqua di cocco è molto meglio. Prima di tutto, la maggior parte delle persone necessita di più potassio, dato che ha una dieta piuttosto ricca di sodio. Il potassio bilancia l’apporto di sodio. Inoltre, l’acqua di cocco ha poche calorie, se comparata ad altre bibite. Una lattina di coca contiene circa 140 calorie, mentre una lattina equivalente di acqua di cocco ne contiene circa 60. Una grande differenza.   Quindi, quando dovresti bere l’acqua di cocco? Durante l’attività fisica: è un perfetto liquido reidratante, contiene giusto gli zuccheri necessari a sostenerti. Tuttavia, come dicevo, se l’attività è molto intensa e sudi molto, hai bisogno di un po’ più di sodio. Come ottima bibita corroborante. La quantità di potassio e gli zuccheri naturali sono ottimi per darti energia. Per evitare la disidratazione, quando fa molto caldo e durante l’attività fisica leggera. Ora, che differenza...

leggi tutto

I Migliori Supercibi

Di integratori e “supercibi” ormai ce ne sono davvero tanti in circolazione… e ognuno sembrerebbe essere davvero “miracoloso” e in grado di rivoluzionare la nostra salute, prevenendo o contrastando una serie di disturbi. Di fronte a un’offerta così varia e abbondante (e a una pubblicità altrettanto massiccia!), in molti si chiedono quali siano i migliori supercibi e se sia davvero opportuno assumerli. L’uso di determinati prodotti, però, non può sostituire una dieta e uno stile di vita salutare. Se pensiamo che assumendo qualche polvere possiamo continuare a mantenere abitudini dannose, per esempio, ci stiamo semplicemente illudendo. Qualche integratore in casi specifici può risultare utile, ma nella maggior parte dei casi è molto più conveniente e opportuno sfruttare le meravigliose proprietà dei cibi che abbiamo a disposizione.   I supercibi migliori sono veri cibi, non integratori alimentari Ecco quindi alcuni tra i migliori “supercibi” offerti dalla Natura, che possiamo integrare regolarmente nelle nostre diete traendone grandi benefici! Frullati verdi – Difficile battere il valore nutrizionale dei frullati verdi. Inoltre, questa particolare combinazione di frutta e verdura a foglia è anche molto buona! Piccoli frutti – I frutti di bosco sono ricchissimi di antiossidanti e proteggono dai tumori. Meglio evitare le fragole commerciali, in genere trattate abbondantemente con pesticidi. I migliori sono quelli selvatici: mirtilli, lamponi, fragoline, more, ecc. Si può farne scorta nel pieno della stagione e congelarli per poterli gustare anche durante l’inverno! Zuppe a crudo — Le zuppe crude sono deliziose “pozioni” fatte di verdure crude, erbe, succhi, noci, semi… Eccone una da provare: Braccio di ferro 1 grande pomodoro, a pezzetti 1/2 arancia o mandarino, il succo di 4 tazze di spinaci 1-1,5 cm di zenzero fresco 2 cipollotti 1 avocado 1 pizzico di sale marino (facoltativo) Frulla i pomodori assieme al succo d’arancia, quindi aggiungi gradualmente gli spinaci. Frulla il tutto assieme al resto degli ingredienti, aggiungendo acqua se necessario. Questa è un’ottima zuppa verde! Se vuoi conoscerne altre, puoi consultare: Zuppe crude, insalate e frullati, contenuto nel Raw Starter Kit. Verdura verde — Altri “super-cibi” sono le verdure verdi cotte a vapore: broccoli, spinaci, ecc. Alcuni crudisti evitano tutti i cibi cotti, tuttavia riteniamo che consumare delle verdure cotte delicatamente, facili da mangiare e molto ricche di minerali, non possa che giovare ulteriormente alla nostra salute! Ecco una deliziosa super-zuppa: Zuppa di broccoli 2 tazze d’acqua 1 piccola cipolla 2 spicchi d’aglio 6 tazze di broccoli Per...

leggi tutto

Le Meravigliose Proprietà dei Frutti di Bosco

Riscopriamo assieme queste piccole meraviglie della natura, ricchissime di nutrienti!   Ricchi di antiossidanti e nutrienti Gli antiossidanti sono sostanze che proteggono dal danno cellulare provocato dai radicali liberi, molecole coinvolte nei processi di malattia e invecchiamento. La maggior parte dei frutti di bosco e dei piccoli frutti è più ricca di antiossidanti rispetto ad altri tipi di frutta e verdura. Contiene anche una maggior quantità di fito-nutrienti, componenti naturali delle piante che contribuiscono a prevenire molti disturbi e si sono dimostrate positive per la salute. I piccoli frutti sono inoltre molto ricchi di vitamina C. Ad esempio, una tazza di fragole contiene la stessa quantità di vitamina C che ha un bicchiere di succo d’arancia.   Viva la varietà I nostri preferiti sono lamponi e more… quali sono i tuoi? Una delle cose più belle di questi frutti è la loro grande varietà! Fragole, lamponi, mirtilli, more, ribes… la lista è lunga. Ogni varietà ha le sue particolari caratteristiche e proprietà benefiche, ed è sempre un’esperienza molto piacevole scoprirle. Durante l’estate è possibile trovarli abbastanza facilmente, facendo una piccola gita in collina o lungo sentieri fuori città: more, lamponi, fragoline di bosco, mirtilli selvatici, c’è un’ampia scelta di delizie naturali e spesso gratuite. Cogliamo l’occasione per fare il pieno di piacere… e salute!   Qualche idea per utilizzarli I piccoli frutti sono un ottimo antipasto e si combinano molto bene con un’insalata, dato che contengono pochi zuccheri rispetto ad altri tipi di frutta. Costituiscono infatti anche un ottimo ingrediente per preparare una salsa o condimento per insalata: una deliziosa ricetta povera di grassi consiste nel frullare assieme lamponi e gambi di sedano… il risultato è sorprendente! (Per spezzare la fibra del sedano occorre un frullatore potente). Con questi frutti puoi realizzare inoltre ottimi frullati.  Ecco un esempio: 2/3 di mango + 1/3 di lamponi, da frullare assieme con eventuale poca acqua. Prova varianti con altri frutti, le possibilità sono davvero infinite e i risultati quasi sempre eccellenti! Ecco infine una ricetta per una “zuppa” ai frutti di bosco, tratta dal libro Instant raw sensations:   Zuppa estiva ai frutti di bosco 4 porzioni 1 litro di succo d’arancia appena spremuto 2 tazze di lamponi freschi 1 tazza di more fresche 1 tazza di mirtilli o fragole fresche Procedimento: Mescola assieme gli ingredienti e lasciali riposare per un po’, per amalgamarne i sapori. Note: Questa è un’ottima zuppa da...

leggi tutto

Datteri, che passione! Le proprietà salutari di un frutto antico

Datteri: Le proprietà dell’Albero della Vita Il dattero è il frutto dolce della palma da dattero (il cui nome scientifico è Phoenix dactylifera). Ha origine nelle oasi desertiche dell’Africa settentrionale e dell’Asia sud-occidentale, e per secoli le popolazioni del medio oriente lo hanno incluso regolarmente nella propria dieta. Il dattero è uno dei frutti coltivati più antichi al mondo. La palma da dattero è stata chiamata anche “albero della vita”, probabilmente per le eccezionali proprietà date dal suo frutto, oltre che per il suo alto valore nutritivo. La superficie del dattero può essere piuttosto appiccicosa, trattenendo perciò polvere e altre impurità. Ecco perché è consigliabile acquistare datteri adeguatamente confezionati, oltre che lavarli bene prima di consumarli. Il miglior momento per mangiarli è quando sono di stagione, freschi e ricchi d’acqua. Si possono acquistare anche essiccati, ma in questo caso sono più concentrati e vanno considerati alla stregua di altri frutti essiccati.   Storia dei datteri Alimento importante nella dieta dei paesi mediorientali, i datteri vengono coltivati sin dall’antichità, probabilmente fin dal 6000 a.C. Le palme da dattero producono caschi di drupe (frutti con nocciolo) ovali, di almeno 3 cm di lunghezza e 2 cm di diametro. Queste drupe vengono chiamate datteri. Le rilevazioni archeologiche ci rivelano che, con molta probabilità, i datteri furono coltivati dapprima nell’area dell’Arabia orientale, per poi diffondersi in seguito anche all’Africa settentrionale, all’Italia, alla Spagna e al Sud-Est asiatico. Gli spagnoli introdussero i datteri in Messico e in California attorno al 1765. Questo frutto ha molte varietà, di cui più di 400 vengono prodotte oggi nei palmeti iraniani. I datteri, oltre che essere mangiati così come sono, sono un ingrediente importante nella cucina e nei desserts della tradizione mediorientale e mediterranea. Dopo averne rimosso il seme, vengono spesso farciti con ingredienti dolci. La tradizione del Ramadan, celebrato nel nono mese del calendario islamico, prevede che i mussulmani, dopo aver digiunato dall’alba al tramonto, interrompano il digiuno con dei datteri. Questa tradizione risale all’epoca del profeta Maometto (570-632 d.C.). Naturalmente, in seguito al digiuno può verificarsi una perdita di energia, e consumare datteri viene considerato un modo gentile per riabituare il corpo al cibo. Si dice che i datteri prevengano problemi metabolici e digestivi che possono insorgere in seguito alla pratica del digiuno.   Benefici dei datteri per la salute I datteri sono facilmente digeribili, per cui favoriscono un veloce recupero dell’energia. Vengono considerati una cura...

leggi tutto

Erba di grano: Il cibo perfetto?

Grazie al Dr. Graham per avermi aiutato a revisionare l’ultima versione di questo articolo. L’erba di grano è uno di quei famosi “supercibi” promossi dagli autori crudisti più in voga. Al momento non se ne sente parlare molto, dato che sono più impegnati a vendere cioccolato crudo e altri prodotti crudisti più redditizi, tuttavia anche da noi la moda dell’erba di grano si sta diffondendo sempre di più. In Canada e negli USA puoi trovare il succo di erba di grano nella maggior parte dei negozi salutistici, e la maggior parte dei centri di disintossicazione e ringiovanimento crudisti propongono il succo di erba di grano come parte integrante della terapia. Ma perché bere una bevanda così nauseabonda? Diamo un’occhiata alle dichiarazioni fatte dai promotori dell’erba di grano, una per una. Erba di Grano fonte di Clorofilla Una delle dichiarazioni più comuni sull’erba di grano è che, essendo ricca di clorofilla, e la clorofilla è strutturalmente simile all’emoglobina, in qualche modo essa possa contribuire a “rigenerare il sangue”, visto che l’emoglobina è una sua componente importante. Alcuni autori hanno addirittura dichiarato che l’unica differenza tra l’emoglobina e la clorofilla è l’elemento centrale, che è il ferro per l’emoglobina e il magnesio per la clorofilla. Che cos’è la clorofilla? E’ la sostanza che converte l’energia solare in energia chimica tramite il processo conosciuto col nome di fotosintesi. Senza questo processo, la vita umana non sarebbe possibile! Solo le piante possono ricavare carboidrati da diossido di carbonio e acqua. L’emoglobina è una proteina che trasporta ossigeno ai globuli rossi. Costituisce circa il 35% del sangue. Anche senza l’emoglobina la vita umana non sarebbe possibile. Trasporta ossigeno dai polmoni a ogni cellula del corpo che ne ha bisogno. Qual è dunque la differenza tra le due? Sono sicuramente simili nella loro struttura, ma con delle differenze importanti. La differenza principale è che l’emoglobina è costruita intorno al ferro, mentre la clorofilla intorno al magnesio. Tuttavia, sostenere che le due molecole siano intercambiabili, significa davvero semplificare troppo. Sappiamo bene che, se abbiamo bisogno di ferro, non è sufficiente assumere magnesio, aspettandoci che il corpo lo converta in ferro, come un alchimista trasforma il piombo in oro. Alcuni elementi che aiutano nella ricostruzione del sangue (come il ferro, il calcio, la vitamina C, l’acido folico, ecc.) risultano abbondanti nei cibi ricchi di clorofilla come le verdure a foglia verde, quindi è facile capire perché questi...

leggi tutto

Cacao Crudo e Bacche Goji

Ho ricevuto la seguente domanda da una lettrice sul Cacao Crudo e le Bacche Goji: Ciao Frederic, seguo il tuo sito (in inglese) da anni. Recentemente mi sono iscritta alla newsletter. Ho sempre ammirato la tua brutale onestà riguardo alle questioni presenti nel movimento crudista attuale e ho qualche domanda da porti: Qual è la tua opinione sulla polvere di bacche di goji? Ho trovato questo prodotto su un sito e ho deciso di usarlo al posto della frutta essiccata. La frutta essiccata è troppo appiccicosa per i miei denti. E’ un buon prodotto? L’opinione pubblica sulle bacche di goji è piuttosto positiva, chiamano la bacca goji un “supercibo”. Inoltre mi piacerebbe avere da te un’opinione sul cacao crudo. Useresti questo prodotto e, se sì, quanto al giorno? Infine, c’è una ragione per cui non ti ho visto tra gli ospiti al RawFood Summit quest’estate? So che eri un sostenitore del Dr Graham in passato e anche lui era uno degli special guest in programma. Qual è la tua opinione in generale riguardo alla direzione che il movimento crudista sta prendendo? Spero di sentirti presto Katie   Risposta di Frederic sulle Bacche Goji Ciao Katie, grazie per avermi scritto e grazie anche per i tuoi preziosi commenti sul blog. Riguardo alle bacche goji (o anche al succo di goji) la mia opinione è che questa bacca essiccata sia piuttosto buona, così come lo è il frutto fresco, ma come per molti altri “supercibi”, i suoi benefici sono stati esagerati per venderla meglio. Appena uscì sul mercato per la prima volta mi feci delle grasse risate, perché veniva venduta a 15$ al kilo, quando si poteva trovare in qualsiasi mercato asiatico (in canada) a 2 dollari al kilo. Certo, di sicuro non era biologica, ma la differenza di prezzo non era giustificata. Per quando riguarda la polvere, mi sembra una truffa. Non capisco perché una persona dovrebbe ordinare della frutta essiccata in polvere, non importa quanto nutriente possa essere. Le bacche goji possono essere un ottimo frutto da mangiare secco, ma non spendere tutti i tuoi soldi in questo tipo di cose. Non farà nessuna differenza sul tuo stato di salute. Compra piuttosto frutta e verdura fresca di ottima qualità, e avrai un ritorno molto superiore in termini di rapporto prezzo/salute.   Risposta di Frederic sul Cacao Crudo Non sono neanche un grande fan del cioccolato crudo. Solo perché è crudo...

leggi tutto

3 Supercibi famosi che sono soldi sprecati

Questo articolo mi creerà qualche nemico, ma credo fermamente che il 99% degli integratori e dei “supercibi” sul mercato sia un assoluto spreco di soldi. Ormai ovunque si trovano offerte del miglior integratore per la bellezza della pelle o del nuovo rivoluzionario supercibo. Come sarebbe, però, se ti dicessi qualcosa di scioccante, ma anche molto semplice? Non esiste alcun “cibo” in bottiglia, fatto in laboratorio o venduto sottoforma di polvere, che possa essere comparabile, in termini di supernutrizione, alla frutta e alla verdura fresca. Invece, quasi ogni giorno ricevo una email che dice: “che cosa ne pensi di ______ ? (da riempire col supercibo del momento). Poiché richiederebbe una vita intera recensire ogni prodotto presente sul mercato, vediamo alcuni tra i più famosi integratori e supercibi che a mia opinione sono un assoluto spreco di denaro.   Supercibo N°1: Polveri verdi Quasi tutte le aziende di integratori alimentari hanno la loro varietà di polveri verdi. Solitamente è una polvere fatta di erba essiccata, succo di erba essiccata o altri vegetali essiccati, con, spesso, un’aggiunta di alghe. Queste polveri verdi dovrebbero rendere il corpo più alcalino e fornirti il nutrimento che, a causa di una dieta “povera”, non puoi avere. Direi piuttosto che le polveri verdi non sono un cibo degno di questo nome. Posso capire che coltivare erba, polverizzarla e fare un sacco di soldi vendendola come il miglior integratore possa essere soddisfacente, ma chi ne fa le spese sono sempre i consumatori. Anche se si chiama erba di grano, è pur sempre erba. Una polvere di verdure o alghe non potrà mai essere comparabile per valore nutrizionale alla verdura fresca, anche se questa verdura non fosse biologica. I supercibi veri sono le verdure a foglia verde scuro come gli spinaci, la lattuga romana, il cavolo nero, etc. Utilizzando i frullati verdi, fatti con frutta e verdura fresca, tutti possono avere una nutrizione superiore in pochi minuti al giorno (annientando immediatamente la scusa di non avere abbastanza tempo per mangiare bene). I frullati verdi e la verdura fresca in generale rendono praticamente ridicole queste polveri verdi.   Supercibo N°2: Proteine in polvere Un altro prodotto preferito da tutte le industrie di integratori è la proteina in polvere, in tutte le sue forme. Esistono le super raffinate proteine della soia, le proteine del grano, del riso e, ultimamente, anche le meno raffinate proteine della canapa. L’idea è comunque sempre la stessa: per qualche motivo, non importa quanto cibo mangi,...

leggi tutto