Transizione

Sintomi in una dieta di transizione

Diamo un’occhiata ad alcuni sintomi che potrebbero presentarsi durante una dieta di transizione al crudismo. Alcuni di questi sintomi possono comparire semplicemente passando da una dieta crudista tradizionale, ad alto contenuto di grassi, a una dieta crudista povera di grassi, come quella che propongo. Analizziamo questi sintomi uno alla volta, cercando di comprenderli e capire cosa fare, se c’è la possibilità di fare qualcosa.   Dormire di più Se ti ritrovi ad avere più sonno durante la transizione a una dieta crudista povera di grassi, probabilmente si tratta della normale risposta del corpo in seguito all’eliminazione di molti stimolanti. In altre parole, devi saldare il debito di sonno che non ti eri nemmeno accorto di avere. Assicurati di non mangiare troppi cibi grassi come noci e semi. Analizza la tua dieta e assicurati di non superare il 10% di grassi sul totale del tuo fabbisogno calorico. Se stai seguendo già questo accorgimento e hai ancora molto sonno, dormi più che puoi, anche 10-12 ore al giorno se necessario. Dopo un mese o due ti ristabilizzerai, tornando ai tuoi livelli di sonno normali. Ricorda anche che se aumenti la tua quantità di esercizio fisico giornaliero, avrai bisogno di dormire di più.   Dormire meno (insonnia) Un problema opposto, piuttosto comune durante la transizione, è quello di soffrire di una leggera insonnia. Ti consiglio sempre di seguire il tuo organismo e di non forzarti a dormire di più, se non ne hai bisogno. Se sei molto stanco perché non sei in grado di riposare abbastanza la notte e non ti addormenti, ti suggerisco di provare questi suggerimenti: Assicurati di mangiare abbastanza calorie. Mangiare poco può causare insonnia Evita gli stimolanti, anche quelli leggeri, come l’aceto o le spezie. Dalla mia esperienza quest’insonnia leggera può essere anche causata da un recupero muscolare. Ad esempio, se non hai fatto esercizio fisico per un po’ di tempo e di colpo inizi ad andare in palestra a fare pesi, potresti avere dei problemi ad addormentarti a causa del recente stress a cui stai sottoponendo il tuo organismo. Procedi dunque con calma.   Depressione Generalmente, una leggera depressione dopo un cambio di dieta può essere causata dall’aver smesso di assumere alcuni stimolanti, come il caffè o l’alcol. Assicurati di non fare errori nella dieta di transizione e la depressione passerà in fretta. Se non ti senti meglio dopo una settimana o due, può significare che ti...

leggi tutto

6 Passi per Mangiare Crudista al 100%

Sono appena rientrato da un weekend con un paio di amici crudisti che ho appena conosciuto. Ogni volta riesco a stupirmi di quanto siano belle le persone che seguono una dieta a basso contenuto di grassi e grandi quantità di frutta. Di solito sono magre, ma in forma e muscolose. I loro occhi splendono e sono pieni di energia, vitalità e lucidità mentale. Onestamente, non posso dire lo stesso di persone crudiste che seguono una dieta a basso contenuto di frutta… Tornando alla mia storia: spesso, quando incontriamo nuove persone nel contesto crudista, il discorso passa rapidamente alla domanda “sei crudista al 100%”? Diverse persone dichiarano di essere crudiste al 100% da diversi anni, anche se, dopo ulteriori indagini, molte di esse ammettono di aver sgarrato qualche volta con dei cibi cotti. Altre sono crudiste al 100% da sempre. La maggior parte di esse, comunque, sono crudiste al 100%  per la maggior parte del tempo, con degli sgarri poche volte al mese, ma poiché è lo stile di vita nel suo complesso che è importante, riescono ad ottenere lo stesso dei grandi benefici. E’ per tutti un processo evolutivo. Impari durante il processo, e migliori nel tempo. Ad un certo punto, ti renderai conto che la dieta da sola non è tutto, quindi inizierai ad interessarti anche a intraprendere un programma di allenamento fisico, a prendere il sole regolarmente, a dormire bene, a trovare il tuo scopo nella vita e ad altri aspetti di uno stile di vita salutare.   Quindi, è necessario mangiare crudo al 100%? Piuttosto che rispondere direttamente a questa domanda, risponderò ad una domanda per me più importante: come posso aumentare la quantità di cibo crudo nella mia dieta? Il problema più grande, per tutti quelli che intraprendono la dieta crudista, è confrontarsi con la TRANSIZIONE. Come passare dalla tua dieta attuale ad una dieta completamente crudista (con o senza sgarri), godendoti il processo? Dico sempre che tutti dovrebbero imparare a preparare da 7 a 10 ricette crudiste che amino veramente. Anche in una dieta tradizionale a base di cibi cotti, la maggior parte delle persone mangia gli stessi  tipi cibi  ogni giorno. Siamo creature abitudinarie. Una volta che troviamo qualcosa che ci piace, è facile creare un’abitudine. Un giorno, nel periodo in cui frequentavo la scuola, imparai a fare i panini al tonno. Mi piacquero così tanto che finii per mangiarli quasi ogni giorno, a pranzo,...

leggi tutto

La dieta di Transizione al Crudismo

Diciamo che, leggendo dei benefici di questa dieta, tu ti sia convinto a passare al crudismo: come si fa la transizione da una dieta tradizionale ad una tendenzialmente crudista? La transizione a una dieta crudista può essere difficile perché richiede dei cambiamenti importanti nella dieta, spesso dopo anni o decenni di abitudini ben radicate. La prima cosa che dovresti fare è chiarire quello che vuoi. Vuoi semplicemente migliorare la tua dieta attuale? Vuoi fare la transizione verso una dieta 100% crudista? Oppure il tuo obiettivo è una dieta crudista al 75% ? Sii chiaro fin dall’inizio, in modo da non doverti  focalizzare solo sul cibo, dimenticandoti degli altri aspetti che incidono sulla tua salute. Circolano bugie e c’è molta confusione riguardo a quale sia la dieta di transizione corretta verso il crudismo. Prima di tutto: aggiungere semplicemente del buon cibo (come succhi e frullati) alla tua dieta  non avrà un impatto significativo sulla tua salute, a meno che prima tu non abbia rimosso i cibi che ti daneggiano. In altre parole, non è sufficiente che tu aggiunga più frutta e verdura alla tua dieta. La tua salute è direttamente influenzata anche da tutte le cose malsane che consumi giornalmente. Ecco alcune delle cose che, se non l’hai già fatto, dovresti cercare di eliminare prima possibile: Caffè (il consumo regolare, non la tazzina ogni tanto) Latticini Cibi fritti Cibo spazzatura Prodotti a base di farina bianca (pane, dolci, etc.) Una volta eliminati questi, dovrai fare altri passi, uno alla volta. E’ difficile migliorare la dieta un pochino ogni giorno. Prova invece a fare dei cambiamenti radicali, ma non tutti in una volta. Ecco dei semplici passi:   Transizione al Crudismo: Il primo pasto da cambiare Il primo pasto che dovresti cambiare è la colazione, perché è il pasto più facile da controllare. La mia raccomandazione è: inizia col verde! Inzia la tua giornata con un frullato verde: questo ti aiuterà ad alcalinizzare il corpo, dandoti  energia a sufficienza per arrivare fino al pranzo. Troverai presto su questo sito un mini corso specifico sui frullati verdi.   Transizione Crudista: Il secondo pasto da cambiare Il secondo pasto da cambiare, sorprendentemente, non è il pranzo, ma la cena. Perché? Perché è l’avversario più duro. Il pranzo è facile. Ad ogni modo, questo è anche il cambiamento che avrà l’impatto più grande sulla tua salute globale. Perché? Perché se fai una cena crudista, il tuo corpo trarrà beneficio da una maggior “pulizia del sistema” per l’intera notte, usufruendo di un riposo migliore e di una maggior...

leggi tutto