Vitamina D

Come Evitare una Carenza di Vitamina D

Dr. E. J. Williams   L’importanza della Vitamina D L’esposizione solare attiva un processo in due fasi che genera vitamina D3 (colecalciferolo), una vitamina essenziale per la nostra salute. Il secondo passo nella sintesi della vitamina D avviene nel fegato, dove viene prodotto il 25(OH)D, un metabolita del colecalciferolo. E’ proprio il 25(OH)D la forma in cui la vitamina D viene misurata con le analisi del sangue e il miglior indicatore del livello complessivo di vitamina D. Alla fine, questa arriva ai reni dove diventa 1,25-diidrossicolecalciferolo (calcitriolo). Anche questa forma può essere misurata con un’analisi del sangue, ma viene usata principalmente per valutare lo stato paratiroideo. Per ottenere sufficiente vitamina D dalla luce solare, c’è bisogno di esporsi per circa 1500 ore nel periodo che va dalla tarda primavera all’inizio dell’autunno, quando il sole è più forte. Tuttavia, la luce solare da sola non basta a fornire sufficienti quantità di vitamina D3. Anche in parti del mondo molto soleggiate i livelli di vitamina D, quando misurati, risultano bassi. Una ricerca del 2012 ha rilevato che almeno un terzo della popolazione adulta australiana è carente di vitamina D. Un altro studio ha scoperto che più del 70% degli indiani adulti ha basso un livello di vitamina D. Uno studio condotto su vegetariani in Pakistan ha trovato bassi livelli di vitamina D anche nei residenti delle aree rurali che passavano molto tempo al sole. Ma se la maggior parte delle persone, anche nei paesi caldi, non ottiene abbastanza vitamina D, i vegetariani se la cavano meglio o peggio?   La Carenza di Vitamina D L’alimentazione vegetariana è sempre più popolare nel mondo occidentale. Recenti stime suggeriscono che almeno il 5% della popolazione segua una dieta vegetariana, e che questa percentuale sia in crescita. Forme più estreme di vegetarianesimo come il crudismo vegan si stanno diffondendo in molti centri urbani come Austin, Miami, Santa Monica e anche New York. Il vegetarianesimo viene visto come uno stile di vita più salutare poiché i vegetariani hanno un minor rischio di malattie croniche rispetto al resto della popolazione. Il vegetarianesimo è anche considerato più rispettoso verso l’ambiente. Data la crescente popolarità dell’esclusione dei prodotti animali dalla dieta, i ricercatori hanno cominciato a studiare i vegetariani nel mondo per scoprire se ottengono sufficiente vitamina D. Oltre il 50% della popolazione mondiale non ne ha abbastanza. Gli esperti di salute sanno che la carenza di vitamina D è...

leggi tutto